L’Istituto Sordi di Torino

L’Istituto Sordi di Torino

L’Istituto dei Sordi di Torino è un ente voluto dai Savoia all’inizio dell’800 per dare assistenza ed istruzione ai bambini sordi e per formare i loro maestri.
La sede originaria dell’Istituto era in Torino, in via Assarotti.

Nel 1965 l’edificio venne venduto al Comune di Torino e con il ricavato venne costruita la nuova e più ampia sede in Pianezza, tuttora operativa.
Con la fine degli anni settanta, l’evoluzione della legislazione nel settore scolastico e il mutare degli orientamenti pedagogici danno inizio ad una profonda crisi delle istituzioni speciali, che nel decennio successivo chiudono in numerose.
La direzione dell’Istituto decide quindi di adeguare la propria offerta formativa: il convitto viene chiuso e le scuole speciali aperte ai bambini udenti del territorio; contestualmente viene inaugurato un innovativo servizio educativo di assistenza alla comunicazione e all’autonomia per gli studenti sordi inseriti nelle scuole pubbliche del territorio di gran parte della Regione Piemonte.

Le attività dell’Istituto non si esauriscono agli allievi sordi: come previsto dallo Statuto fin dall’origine, vengono organizzati per docenti, educatori, genitori e operatori socio-sanitari corsi di formazione e aggiornamento, convegni, seminari, pubblicazioni. In quest’ottica l’Istituto si propone di divenire, oltre ad un centro di erogazione di servizi, anche un importante luogo di pensiero, ricerca, riflessione, incontro e scambio di idee.

L’Istituto dei Sordi di Torino è una Fondazione senza scopo di lucro, retta da un Consiglio di Fondazione totalmente autonomo nelle scelte d’indirizzo delle attività, nell’ambito delle finalità di solidarietà sociale previste dallo Statuto vigente.

Attualmente l’Istituto offre una gamma di servizi diversificati tutti pensati ai sordi:

  • una scuola dell’infanzia paritaria “Padre Antonio Loreti” convenzionata con il Comune di Pianezza e gestita dall’Istituto Sordi di Torino.
  • Una biblioteca specializzata sulla sordità e il materiale posseduto afferisce esclusivamente a questo campo di studi. Il patrimonio posseduto al 28.02.2018 è composto da 4063 titoli inventariati (più molto altro materiale in corso di catalogazione e materiale non catalogabile). Sono possibili visite guidate gratuite (in Italiano, Inglese e in LIS) su richiesta e con appuntamento.
  • Dei servizi educativi territoriali presso le scuole, a domicilio e sul territorio di residenza di minori e giovani sordi, anche con patologie associate. Il servizio è reso sull’intero territorio regionale, in regime di convenzione o accreditamento con gli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali: consorzi intercomunali, comuni, comunità montane.
  • Un innovativo progetto BioAgriDeaf che intende agire nell’ambito dell’inserimento lavorativo delle persone sorde nei settori dell’agricoltura e della ristorazione.
  • Dei laboratori socio-riabilitativi in cui sono previste attività diurne volte al potenziamento delle autonomie, della comunicazione e della socializzazione. Possono avere anche un valore orientativo rispetto ad un possibile inserimento lavorativo.
  • Un gruppo appartamento di tipo A “La Casa dei Decibel” ha sede in Viale San Pancrazio n. 63 a Pianezza. Ogni ospite gode della più ampia autonomia e libertà e di un progetto educativo totalmente individualizzato.
    La casa è aperta 24 ore al giorno e 365 giorni all’anno e vi è la presenza continua di educatori professionale e operatori socio-sanitari per la conduzione delle attività e l’accompagnamento degli utenti nel loro percorso di vita all’interno della struttura.
  • La casa dei Decibel 2 è basata sul concetto di convivenza guidata in una prospettiva educativa e cognitivo-emozionale che occupa un ruolo centrale nello sviluppo dei processi di autonomia all’interno del processo psico-sociale.
  • Corsi di lingua italiana rivolto a persone sorde, con particolare attenzione alle persone immigrate.
  • Corsi di formazione tra cui al momento sono attivi:
    • Corso di Lingua Inglese: per persone sorde ultrasedicenni.
    • Corsi di Cucina: per  persone sorde ultrasedicenni disoccupate.
    • Corsi di preparazione all’Esame Orale di Scuola Guida.

       

Per tutte le informazioni ed approfondimenti consulta il sito dell’Istituto Sordi di Torino.