Didattica: quali libri per in-formarsi per studenti sordi?

Didattica: quali libri per in-formarsi per studenti sordi?

La scuola si avvicina per alcuni docenti sarà bello ritrovare gli alunni lasciati durante la pausa estiva, altri invece conosceranno nuovi volti, nuove teste pensanti e nuovi bisogni educativi speciali, tra questi la sordità.

Abbiamo pensato di fornirvi un primo step di ricerche suddivise in tre articoli per tema: didattica per e con sordi, testi con la LIS presenti sul mercato editoriale e testi non pensati per gli alunni sordi, ma comunque utili per svolgere dei lavori e trarre interessanti spunti ed idee per e sul lavoro.

Troverete di seguito, una lista non esauriente, ma che cercherà di essere aggiornata e quantomeno ricca di suggerimenti derivanti dal mondo dell’editoria italiana. Ogni titolo del libro sarà accompagnato da una sinossi propria del testo.

I testi presenti ad oggi – agosto 2018 – presenti nelle librerie italiane sono i seguenti:

  • Comprendere la sordità. una guida per scuole e famiglie di E. Bosco – Editore Carocci 2013

Sinossi: il libro si propone due obiettivi. Il primo è di ordine teorico: fornire una mappa di riferimento per un’epistemologia della sordità che coniughi le più recenti conoscenze scientifiche con la vasta esperienza sul campo legata alla professione, svolta dall’autrice, di psicologo clinico, psicoterapeuta, consulente familiare e ricercatrice. Il secondo obiettivo del libro, più pratico, è offrire strumenti operativi articolati per conoscere la complessità e le ricche possibilità delle persone sorde secondo un approccio attento alla persona ma rigoroso, in grado di avvalersi al meglio, ad esempio, dei progressi tecnologici offerti dai sussidi protesici (da quelli tradizionali fino ai più moderni impianti cocleari). Il volume si rivolge a un pubblico ampio e vario: alle persone sorde, alle loro famiglie e alle diverse associazioni che, nonostante divergenze di approccio e di convincimento, sono animate dal desiderio di migliorare la qualità della vita di chi non sente. Nel contempo, desidera rappresentare un punto di riferimento per le numerose figure professionali che si occupano di sordità: medici specialisti, studenti, psicologi e psicoterapeuti, logopedisti, tecnici di audiometria, insegnanti di sostegno, assistenti alla comunicazione

 

  • Processi pedagogici e sordità. Ipotesi di interventi autenticamente educativi a cura di M. Sebastiani – Editore Aracne 2014

 Sinossi: assistente alla comunicazione, mediatore alla comunicazione, tecnico della comunicazione LIS, interprete scolastico, educatore segnante, esperto della comunicazione. E ancora: sordo oralista, sordo impiantato, sordo segnante, sordo straniero. Nonostante questa realtà estremamente variegata e complessa, è possibile concepire proposte pedagogiche trasversali a metodologie che spesso hanno generato posizioni contrapposte? Il presente manuale di formazione parte da un lungo lavoro di ascolto degli attori coinvolti a vario titolo nel mondo della sordità, e approda a una sintesi in cui è stata operata una restituzione di quanto appreso, in termini di ipotesi pedagogiche, autenticamente educative.

 

  • Integrazione socio-didattica per sordi e ciechi. Le province al fianco degli alunni (Politiche e servizi sociali) di M. Nalli – Editore Franco Angeli Edizion 2011

 Sinossi: il libro vuole essere un supporto per i ragazzi portatori di disabilità sensoriale durante il periodo della scuola dell’obbligo, una guida per le loro famiglie e per le associazioni di categoria, che spesso si smarriscono tra i meandri delle moltissime leggi a tutela delle disabilità, uno strumento per gli “operatori addetti”, che lavorano con passione e sono alla ricerca di una definizione professionale.

 

  •  Disabilità sensoriale a scuola. Strategie efficaci per gli insegnanti. Con aggiornamento on line – Editore Erickson 2015

Sinossi: la collana “Le Guide” nasce dall’esperienza del Centro Studi Erickson con l’obiettivo di fornire agli insegnanti volumi completi relativi agli aspetti fondamentali delle varie forme di Bisogni Educativi Speciali presenti nelle nostre scuole. Frutto del lavoro dei maggiori esperti, grazie alla sua impostazione teorico-operativa, la Guida Disabilità Sensoriale a scuola presenta non solo le caratteristiche delle diverse disabilità sensoriali e le ricadute in ambito scolastico e non, ma anche le strategie per compensare le abilità deficitarie e gli strumenti di intervento didattico e psicoeducativo. Il volume si articola in 4 sezioni, le diverse fasi che caratterizzano il lavoro con gli alunni: conoscere, osservare e valutare: definizione esaustiva delle disabilità sensoriali, con gli strumenti per la loro osservazione e classificazione. Programmare e agire: strategie e interventi concreti con cui far fronte in modo efficace alle particolari esigenze didattico-educative. Riflettere e comprendere: risvolti emotivi e relazionali conseguenti ai disturbi. Allearsi e condividere: strategie per la costruzione di una rete di intervento sinergico volto al benessere del bambino.

 

  • Facilitare e semplificare libri di testo. Adattare contenuti disciplinari per l’inclusione. Con Contenuto digitale per download e accesso on line a cura di Scataglini e R. Beatrici (Illustratore) – Editore Erickson 2017

Sinossi: la collana «Le Guide» nasce dall’esperienza del Centro Studi Erickson con l’obiettivo di fornire agli insegnanti una serie di volumi completi relativi agli aspetti fondamentali delle varie forme di Bisogni Educativi Speciali presenti nelle nostre scuole. Grazie alla sua impostazione teorico-operativa, la guida “Facilitare e semplificare libri di testo” presenta indicazioni utili per rendere il testo disciplinare un reale strumento di riferimento per il lavoro collaborativo in classe, con il supporto di un ricco apparato di esempi pratici, strategie e modelli di adattamento di diverse tipologie testuali che gli insegnanti possono utilizzare all’interno dei diversi contesti classe nei quali operano. Il volume si articola in 2 sezioni che guidano il lettore nelle diverse fasi che caratterizzano il lavoro con gli alunni: l’adattamento come strategia per l’inclusione: (si esaminano le difficoltà che gli studenti incontrano nell’approcciare i testi adozionali; vengono quindi illustrate le fasi più significative del processo di adattamento a livello contenutistico, linguistico e grafico, fornendo alcune linee guida per la definizione di un modello operativo per la facilitazione e la semplificazione del libro di testo); strategie e modelli per un adattamento efficace (si suggeriscono esempi e template con indicazioni per l’adattamento di esercizi, verifiche e schede di aiuto). In ogni capitolo è inoltre possibile trovare: una mappa concettuale che anticipa e organizza i contenuti; approfondimenti dalla ricerca scientifica; i consigli per la didattica in classe; esempi pratici, strategie e modelli di adattamento; la sintesi dei contenuti presentati nel capitolo.

 

  • Una didattica innovativa per l’apprendente sordo. Con esempi di lezioni multimediali e tradizionali di S. Maragna, M. Roccaforte, E. Tomasuolo – Editore Franco Angeli 2013

Sinossi: questo libro si rivolge agli insegnanti curricolari, di sostegno e assistenti alla comunicazione che lavorano con apprendenti sordi. Ogni capitolo del volume è costituito da una prima parte teorica in cui viene approfondita la tematica presa in esame, seguita poi da una parte operativa in cui vengono offerti al lettore strumenti pratici per lavorare in classe. Vengono proposte indicazioni per scrivere la programmazione e il PEI, attività guidate per stimolare e migliorare la produzione scritta, itinerari metodologici per costruire unità didattiche tradizionali o multimediali utilizzando Power Point, la LIM, i social network, le piattaforme e-learning, esemplificazioni pratiche per ideare prove di verifica, suggerimenti su come valutare uno studente sordo. Il libro nasce dal felice incontro tra docenti di lunga esperienza e giovani ricercatori che, seguendo il modello dell’embodied cognition, dello storytelling e applicando strategie di facilitazione sul testo (sperimentate nel progetto Firb “Visel” – visel.cnr.it), hanno fatto propria la sfida di migliorare attraverso le nuove tecnologie la competenza linguistica e l’accesso al libro di testo da parte degli alunni sordi. È dedicato a tutti coloro che cercano suggerimenti, strategie didattiche ed esempi concreti per fare scuola in modo da incidere sulle conoscenze linguistiche e scolastiche dei loro alunni sordi.

 

  •  Insegnare agli studenti sordi di P. Rinaldi, T. Di Mascio, H. Knoors, M. Marschark – Editore Il Mulino 2015

Sinossi: gli alunni sordi non sono semplicemente alunni che non possono sentire, ma persone che per le loro peculiarità imparano in modi in parte diversi da quelli degli udenti. Il manuale tratta i processi di insegnamento-apprendimento sulla base delle differenze “speciali” tra studenti sordi e udenti, illustrando i fattori che condizionano la riuscita scolastica e la formazione. Nel loro approccio interdisciplinare, gli autori sottolineano la centralità dell’ambiente familiare nell’acquisizione di competenze di base come quelle comunicative e linguistiche e la necessità di promuovere interventi efficaci, anche grazie a una formazione adeguata degli insegnanti e degli educatori.

 

  • Insegno in segni. Linguaggio, cognizione, successo scolastico per gli studenti sordi di S. Trovato – Editore Cortina Raffaello 2014

Sinossi: a partire dalla ricerca sperimentale sulla sordità elaborata in Italia e all’estero, questo libro offre agli insegnanti informazioni indispensabili per costruire liberamente una didattica efficace, pensata non solo per studenti sordi adulti ma anche per studenti della scuola secondaria di primo e di secondo grado. La ricetta è semplice: esporre alcuni risultati generali della ricerca in linguistica e in glottodidattica delle lingue apprese in un secondo momento rispetto alla madrelingua, in riferimento sia a studenti udenti sia a studenti sordi. Si suggerisce agli insegnanti di usare i principi di glottodidattica che valgono per tutti, studenti sordi e udenti, aggiungendo ciò che di specifico vale per i sordi, con la più grande libertà, perché ogni insegnante possa trovare una via efficace con i propri allievi, rispettando la loro individualità. Il testo è diretto agli insegnanti che non si arrendono alla fatalità statistica degli abbandoni scolastici degli studenti sordi. Tratta di lettura, scrittura, apprendimento grammaticale e cognizione, selezionando ciò che ha interesse per un insegnante curricolare, un insegnante di sostegno, un assistente alla comunicazione o un dirigente scolastico che abbiano uno o più studenti sordi in classe.

 

  • Corso di italiano per chi non sente (e per i suoi compagni udenti). Con DVD di S. Trovato e Pavesi (Illustratore) – Editore Cortina Raffaello 2013

 Sinossi: “Corso di italiano per chi non sente” è un libro di testo per studenti con sordità dagli 11 anni in su. Offre percorsi rivolti a studenti delle scuole medie di primo e di secondo grado inseriti in classe con compagni udenti, a studenti stranieri, adulti in autoapprendimento, studenti segnanti, oralisti o con impianto cocleare, studenti sordociechi. Nel quadro di progetti motivanti (spettacoli teatrali, video…), sono presi in considerazione grammatica, lettura, scrittura, vocabolario, organizzazione del testo e ampliamento delle abilità cognitive, tenendo conto dei più recenti risultati della ricerca italiana e internazionale sulla sordità. Il libro ha un’impostazione ludica, prevede connessioni con gli eventi culturali offerti dal territorio, stimola l’uso di internet e offre molte occasioni per la creatività e l’impiego di abilità cognitive di livello elevato, sebbene ogni percorso sia presentato con molta gradualità. È previsto l’utilizzo della LIS, ma il testo può essere usato anche escludendo il ricorso alla lingua dei segni. Il DVD allegato contiene l’interpretazione delle letture narrative in segni, secondo la tecnica di Sue Livingston.

 

  • Stimolare le abilità percettivo-uditive. Storie e script per bambini ipoacustici. Con CD Audio Libro di testo di Basoli, A. Ferrabochi, S. Tagliapietra – Editore Erickson 2008

Sinossi: il principale obiettivo del libro è quello di fornire uno strumento utile alla stimolazione delle abilità percettive-uditive in bambini ipoacustici protesizzati, che abbiano una discreta competenza linguistica. Il programma utilizza storie e script, per poter ricreare situazioni in cui l’allenamento acustico si possa integrare armoniosamente con la stimolazione di altre abilità linguistiche e cognitive. Per ogni storia sono previste delle schede con proposte operative supplementari sulla comprensione di domande (per via percettivo-acustica), sul completamento di frasi e sull’ampliamento lessicale. Nel CD sono registrate le storie (in formato .mp3) suddivise per frasi (una frase per ogni traccia) e contenute le immagini che le rappresentano, in modo che il logopedista possa far ascoltare al bambino una frase alla volta richiedendogli di individuare la vignetta corrispondente. Il CD permette inoltre di gestire parametri del suono che in viva voce non sarebbe possibile monitorare.

 

  • Il colore del silenzio. Dizionario biografico internazionale degli artisti sordi. Ediz. illustrata a cura di A. Folchi e R. Rossetti – Editore: Mondadori Electa 2007

Sinossi: per quale motivo vi sono tanti artisti sordi nella storia dell’arte? Quanto influisce sulla creazione artistica la particolare, più acuta sensibilità nel percepire la realtà di chi nasce sordo o perde l’udito? La minuziosa ricerca che Anna Folchi e Roberto Rossetti hanno condotto per questo libro contribuisce a rispondere a queste domande e colma una lacuna importante nella letteratura sulla “cultura sorda”. Per la prima volta, infatti, è raccolta in un libro la documentazione biografica e iconografica relativa agli artisti sordi italiani e stranieri, dalla quale emerge che la modalità visiva dei sordi rappresenta uno strumento privilegiato di espressione e comunicazione con esiti talvolta altissimi e sorprendenti. È ben noto che Goya diventò sordo all’età di quarantasei anni in seguito a una malattia, un’esperienza che influì profondamente sul suo carattere e sulla sua pittura, in cui appariranno sempre più frequentemente accenti drammatici, materializzazioni di incubi e tensioni. Ma pochi sanno che furono afflitti da questo dramma personale anche Pinturicchio, o il raffinato ritrattista del manierismo inglese Joshua Reynolds. Vero pregio della ricerca condotta dagli autori, però, non è solo di avere riunito le opere di artisti sordi, talvolta del tutto inedite, ma anche di raccontare storie umane spesso contrassegnate dalla solitudine e l’emarginazione.

 

  • Percorsi di logogenia: 1 (2012) e Percorsi di logogenia 2 (2015) di E. Franchi e D. Musola – Editore: Libreria Editrice Cafoscarina

Sinossi: il bambino sordo riceve oggi una stimolazione linguistica impensabile solo dieci anni fa. Ciononostante, in molti casi persistono problemi nella conoscenza dell’italiano, che si manifestano anche nella limitata conoscenza delle parole e nei problemi di comprensione della lingua scritta. Il presente volume illustra alcune proposte (più di cento esempi) applicabili in ambito educativo, riabilitativo e didattico, per permettere al bambino sordo di ampliare il bagaglio lessicale sfruttando le proprie risorse linguistiche nella scoperta del significato delle parole e nella contemporanea acquisizione delle loro informazioni e funzioni grammaticali. Le proposte metodologiche e gli strumenti operativi qui discussi sono stati sviluppati nell’ambito della logogenia, disciplina di linguistica applicata ideata da Bruna Radelli, che interviene per favorire nel bambino sordo la comprensione delle informazioni grammaticali della lingua scritta. “Percorsi di logogenia” è un progetto che include due successive pubblicazioni, dedicate rispettivamente ad analoghi strumenti operativi per favorire la comprensione del testo e la comprensione delle informazioni grammaticali veicolate dalla frasi.